MATERA 2019
Convegno Internazionale – Call for Paper

TRANSLATE TO ENGLISH    

Seminario Matera 2019TECNOLOGIE PER IL RECUPERO DEL COSTRUITO.
Umidità nelle costruzioni: diagnosi e metodi di intervento.
Dal Taglio Meccanico alla Tecnica a Neutralizzazione di Carica

Le patologie delle murature causate dai fenomeni di umidità rappresentano le più diffuse forme di degrado del patrimonio edilizio ed in particolare di quello storico. La natura porosa dei materiali da costruzione favorisce la penetrazione all’interno delle strutture murarie di contenuti idrici che, ricchi di sali, incidono negativamente sulle caratteristiche meccaniche e termiche degli elementi portanti e dell’involucro edilizio, inficiando spesso anche la salubrità degli ambienti e la conservazione dei preziosi apparati decorativi.

Nonostante l’ampia diffusione delle patologie ed i nefasti effetti sulla sicurezza, sulla salute e sulla conservazione del patrimonio artistico, l’umidità nelle murature è da sempre considerata un fenomeno del “secondo ordine” rispetto ai temi della sismica e dell’energetica che hanno impegnato la gran parte delle risorse accademiche.

La ricerca scientifica nel settore dell’umidità, sviluppata principalmente dalle aziende del settore, non ha individuato, a meno di particolari eccezioni, innovazioni di sistema, di processo e di prodotto, sufficientemente sperimentate e risolutive delle patologie connesse ai diversi “tipi di umidità”. Tra queste certamente emergono quelle causate dalla risalita capillare sul patrimonio edilizio storico, artistico e monumentale.

La risalita, causata dalla naturale attrazione che il sistema capillare dei materiali esercita per semplice contatto sulle molecole d’acqua presenti nel sottosuolo, rappresenta il campo di maggiore complessità operativa e di ricerca. Il tentativo di eliminare la causa con interventi di isolamento delle strutture murarie esistenti dal terreno di fondazione ha impegnato nel passato molti studiosi nella definizione di metodi tradizionali, meccanici, chimici, evaporativi ed elettrici, che fossero in grado di bloccare la risalta, favorire lo smaltimento del contenuto idrico interno ovvero opporsi alla risalita stessa mediante introduzione nelle murature di campi elettrici artificiali.

L’innovazione tecnologica più promettente, supportata da numerose sperimentazioni scientifiche, è costituita dalla “Tecnica a Neutralizzazione di Carica” (TNC). La metodologia proposta, ponendosi come evoluzione dei tradizionali interventi elettrici, affida la propria efficacia all’azione di un debole campo elettromagnetico che, propagandosi per via aerea, svincola la propria efficacia dal particolare sistema murario ed agisce sul comportamento elettrico dell’acqua, contrastando le azioni di richiamo all’interno del sistema capillare.

Il Convegno intende riaprire il dibattito sulle patologie delle murature causate dai fenomeni di umidità, con particolare riferimento all’azione disgregatrice della risalita capillare, sostenendo la necessità di definire un metodo scientifico per la progettazione degli interventi di risanamento basata su una corretta successione di fasi di diagnosi, di qualificazione ed applicazione delle tecnologie e di collaudo degli interventi.

TOPICS

A Tecniche e Metodi di intervento: applicazioni e sperimentazioni
B Strumenti e metodi per la diagnosi, la misurazione e la verifica degli interventi
C Umidità, salute, sicurezza e confort ambientale

CALL FOR ABSTRACT

Il Convegno si terrà a MATERA nei giorni 4 e 5 aprile 2019
presso l’Auditorium R. Gervasio – Piazza del Sedile 2.

DEADLINE

Deadline per l’Abstract: 15/01/2019
Comunicazione accettazione Abstract: 31/01/2019
Deadline per il contributo esteso: 28/02/2019
Comunicazione accettazione contributo esteso: 15/03/2019
Invio definitivo del contributo esteso revisionato: 31/03/2019

NOTE PER GLI AUTORI

Gli autori sono invitati a trasmettere una proposta di contributo (redatto secondo il template scaricabile qui) entro il 31 ottobre 2018, al seguente indirizzo email: info@cnt-apps.com

La proposta, elaborata come breve abstract, dovrà riportare: il titolo, le informazioni relative al/agli autore/i (affiliazione, numero di telefono e email di ciascun autore o co-autore), il testo descrittivo, l’obiettivo della proposta, la metodologia, i risultati, le implicazioni pratiche, i limiti della ricerca, e l’originalità del lavoro.
Contestualmente alla sottomissione della proposta, gli autori sono invitati ad indicare in quale sessione (A, B e C) desiderano presentare il proprio contributo ed allegare un breve CV (max. 400 parole) in formato pdf.
Presentando la proposta, almeno uno degli autori accetta di essere presente alla conferenza.
La valutazione degli abstract da parte del Comitato Scientifico avverrà secondo la modalità del doppio referaggio anonimo.
Lingue ufficiali del Convegno: Italiano e Inglese

SCARICA IL TEMPLATE DELL’ABSTRACT

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web: www.cnt-apps.com o contattare la segreteria della conferenza: info@cnt-apps.com
Si prega di diramare il presente messaggio a coloro potenzialmente interessati a prendere parte alla conferenza.

COMITATO SCIENTIFICO

Raymond Bondin (Ambasciatore Emerito di Malta presso UNESCO)
Antonella Guida, Antonello Pagliuca, Antonio Bixio, Antonio Conte, Graziella Bernardo,
Michele D’Amato, Nicola Cardinale, Nicola Masini
(Università degli Studi della Basilicata)
Manlio Montuori (Università degli Studi di Ferrara)
Mercedes Del Rio Merino (Universidad Politécnica de Madrid)
Roberto Castelluccio (Università Federico II – Napoli)
Claudio Modena (Università di Padova)
Paolo Maria Congedo (Università del Salento – Lecce)
Carlo Ostorero, Giorgio Zavarise (Politecnico di Torino)

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Leonardo Solutions Srl
Corso Sempione 215 – 20025 Legnano
Tel. 0331 454845 – email: info@cnt-apps.com

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Quota “early bird” (entro il 31/12/18) = euro 220 a persona
Quota ordinaria (dopo il 31/12/18) = euro 280 a persona

SCARICA IL VOLANTINO

Sorry, the comment form is closed at this time.